Ti sei mai chiesta se sia possibile combattere la cellulite con rimedi fai da te? Sicuramente, almeno una volta, avrai preso in considerazione questa ipotesi e probabilmente ti sarai posta delle domande del tipo: è possibile creare una crema anticellulite fai da te?

Sono tutti dubbi legittimi, e probabilmente la curiosità di provare una crema anticellulite fai da te ti è venuta, soprattutto vedendo che, tra i componenti dei trattamenti presenti in commercio, ci sono molte sostanze naturali.

le creme anticellulite fai da te

Elementi naturali anche nell’industria cosmetica

L’industria cosmetica moderna attinge molto nella natura per preparare le formulazioni destinate alle creme anticellulite, e tra gli ingredienti compaiono sempre più spesso principi fitoterapici che garantiscono risultati. Tra i più usati e conosciuti ci sono

  • Centella asiatica che protegge i vasi sanguigni dando loro tonicità (la cosiddetta proprietà flebotonica) grazie alla presenza di flavonoidi, tannini e fitosteroli.
  • Tarassaco che ha proprietà depurative, antinfiammatorie e sollecita la diuresi grazie agli steroli presenti, all’inulina ed agli alcoli triterpenici.
  • Estratto di betulla che, come il tarassaco, favorisce la diuresi e l’azione depurativa per merito dei flavonoidi presenti e dell’acido clogenico.
  • Amamelide impiegata con successo per la protezione nei confronti dei vasi sanguigni a livello del microcircolo, collaborando ad impedire la rottura.
  • Alghe marine che possono essere rosse, verdi, brune o verdi-azzurre ed a seconda della tipologia hanno una diversa funzione, che va dal combattere la ritenzione idrica, alla lotta contro i radicali liberi, al mantenere elastica la pelle fino alla vera e propria azione lipolitica.

Da quanto detto sembrerebbe quindi che ricorrere a preparati fai da te per contrastare la cellulite possa essere una soluzione valida, efficade oltre che economica.

Qual’è allora la differenza tra una crema anticellulite prodotta nei laboratori cosmetici e quella realizzata tra le mura domestiche?

Differenze tra creme anticellulite fai da te e non:

Sono tanti i fattori da tenere in considerazione quando si parla di sostanze naturali e devono essere esaminati diversi aspetti soprattutto se si vuole preparare un cosmetico fai da te come può essere una crema anticellulite, vediamoli insieme.

  • Il primo aspetto, fra tutti, da prendere in considerazione è la qualità delle materie prime, che non si esplica solo nel controllo chimico o merceologico, ma anche in fattori che difficilmente possono essere controllati nei rimedi fai da te, ovvero eventuali contaminazioni ambientali (vedi arsenico nell’acqua), stoccaggio inappropriato delle materie, data di scadenza, non compatibilità tra diversi elementi o eventuali procedure di trasformazione.
  • Altro elemento importante è il dosaggio dei principi naturali. Nelle preparazione cosmetiche ogni elemento è misurato con precisione e minuziosità, la quantità contenuta è riportata con esattezza sull’etichetta della confezione. Nelle preparazioni fai da te invece, i dosaggi si esprimono, solitamente, in misure molto approssimative, come per esempio “un cucchiaino” o il classico “quanto basta”. Misurazioni quindi che non indicano con certezza e precisione la quantità della sostanza naturale che si andrà ad utilizzare.
  • Ci sono poi le 4 variabili che devono essere prese in considerazione quando si realizza un preparato cosmetico fai da te, nel nostro caso una crema anticellulite, ma che sono difficili da ottimizzare. Parliamo di: efficacia, innocuità,  durevolezza/stabilità e gradevolezza. Questi 4 punti fondamentali sono spesso disattesi nelle preparazioni fai da te. L’efficacia e la durevolezza (e quindi la stabilità) sono messi a dura prova nelle creme anticellulite fai da te, non ci sono componenti che siano in gradi di mantenere inalterato il prodotto, che quindi cambia con il trascorrere del tempo, l’efficacia inoltre non è comprovata da test clinici di laboratorio eseguiti sotto controllo medico, come avviene nelle preparazioni cosmetiche industriali. Stesso discorso per quanto riguarda l’innocuità del prodotto, non ci sono test nelle preparazioni fai da te che ne certifichino l’assoluta innocuità, e spesso si seguono mode del momento utilizzando sostanze naturali senza cognizione di causa. Per quanto riguarda infine, la gradevolezza, ciò che si intende non è solo l’aspetto sensoriale che deve essere piacevole, quindi profumi o fragranze, ma anche quello etnico e culturale, pensiamo ad esempio alla sostenibilità ambientale o all’etica del lavoro, controlli questi che quando si prepara una crema anticellulite in casa non si eseguono.

Ora che abbiamo valutato anche questi aspetti, possiamo sicuramente dire che, se da un lato può affascinare voler preparare con le proprie mani una crema anticellulite, vedendo e toccando con mano ciò di cui si compone, dall’altro lato ci appare evidente che in casa non possono essere effettuati tutti i controlli capaci di dare il giusto grado di sicurezza.

Il consiglio che sentiamo di dare è quello di propendere per prodotti cosmetici industriali realizzati in maniera naturale, prodotti biologici, che contengono tutto ciò che si vorrebbe in una crema anticellulite fai da te, ma la cui produzione è controllata in maniera scrupolosa, come ad esempio la crema anticellulite Barò.